Folle umanità

Nessuna connessione
d’affetto o empatia
silenzio: parole insensate
come straniero inaspettato
pesce azzurro fuor d’acqua
acciuga in frenetica fuga
da voraci argentei squali
attenti al tuo spasmodico
agitarti tra velenose alghe
preda dal destino segnato
attendi il tuo ultimo respiro
inondando di poesie l’aria
colma di guerra e dolore
poesie come cerotti su ferite
all’animo d’una umanità folle…

1537129100743.jpg--dopo_80_anni_tornano_gli_squali_nel_massachusetts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.